Wilhelm Schickard (1592 – 1635)

Wilhelm Schickard (1592-1635)
LA MACCHINA CALCOLATRICE

Nel 1623, inventò un orologio calcolante, pur antricipando di vent’anni la Pascalina (1642) di Blaise Pascal, questa macchina calcolatrice era per alcuni versi superiore. In particolare, era molto più agevole nell’eseguire sottrazioni. Un probabile difetto deriva dal fatto che si ignora se fosse in grado di eseguire i riporti delle decine. Alcune lettere di Schickard a Giovanni Keplero ne mostrano il progetto e spiegano come utilizzarla per calcolare tavole astronomiche. La macchina poteva sommare e sottrarre numeri fino a sei cifre, e indicava il superamento della sua capacità facendo suonare una campanella. Per aiutare nelle operazioni di moltiplicazione e divisione, sopra l’addizionatrice erano collocati dei cilindri ruotanti che costituivano un’interessante variante dei bastoncini di Nepero. Per avere una macchina realmente in grado di eseguire le quattro operazioni occorrerà attendere l’invenzione di Leibniz.

Related Entries

Tags: